Citychrone
Cronometra e inventa la tua città

UNA NUOVA VISIONE DELLA CITTA’

Citychrone misura le città sulla base dei tempi di spostamento invece che delle distanze. Fornisce in tal modo una nuova visione della città più vicina alla percezione e all’esperienza dei cittadini. Nel far questo implementa una visione della città libera dal trasporto privato, valuta la qualità del trasporto pubblico e permette di disegnare e valutare nuovi scenari per l’accessibilità di luoghi e servizi.

CRONOMETRA LA TUA CITTA’

Grazie alla disponibilità di dati sul trasporto pubblico, CityChrone crea delle mappe navigabili del tessuto urbano sulla base dei tempi di spostamento. Inoltre, grazie alla modellizzazione delle dinamiche del traffico urbano, permette di progettare nuove infrastrutture di trasporto (come ad esempio nuove linee della metro) e simularne l’impatto sull’accessibilità e sui tempi di percorrenza. Pensi di sapere come migliorare la tua città? Puoi dimostrarlo!

SIMULAZIONI PERSONALIZZATE

Se rappresenti un’istituzione (ad esempio comune, provincia, regione, ministero, ecc.), un’azienda o un’associazione che opera nell’ambito della mobilità o che è interessata a migliorare l’accessibilità del territorio e dei servizi, CityChrone può aiutarti nella valutazione critica della situazione attuale e nella pianificazione di soluzioni ottimali per il futuro. Il team di CityChrone offre consulenze personalizzate grazie alla combinazione unica di competenze nell’analisi di grandi moli di dati, nella modellizzazione di sistemi complessi e nello sviluppo di piattaforme ICT interattive. Contattaci per saperne di più e richiedere una valutazione gratuita di CityChrone applicato al tuo contesto.

Team di ricerca

Social
Dynamics
Lab

Le città rappresentano sistemi sempre più grandi, complessi ed interconnessi. La mobilità urbana rappresenta una delle più grandi sfide ambientali e sociali che l’umanità deve affrontare. Il progetto CityChrone coniuga la disponibilità di importanti moli di dati ad un rigoroso approccio scientifico per affrontare lo studio delle dinamiche urbane complesse e proporre soluzioni efficaci ed innovative.

Citychrone è sviluppato dal Laboratorio di Dinamiche Sociali di Sapienza Università di Roma e di Fondazione ISI (www.socialdynamics.it). Il laboratorio opera nell’ambito delle applicazioni interdisciplinari della Scienza della Complessità ed in particolare nell’ambito dei cosiddetti Sistemi Tecno-Sociali. Sistemi ‘tecno-sociali’ è la locuzione usata correntemente per identificare sistemi sociali in cui la tecnologia si fonde in maniera originale e imprevedibile con aspetti cognitivi, comportamentali e sociali, propri degli esseri umani. Le nuove tecnologie della comunicazione e dell’informazione (ICT) svolgono un ruolo sempre più pervasivo per la nostra cultura e la nostra quotidianità. Questa rivoluzione non giunge evidentemente senza controindicazioni, e nelle nostre società complesse emergono costantemente nuove sfide globali che richiedono nuovi paradigmi e pensiero originale per essere affrontate: i cambiamenti climatici, le crisi finanziarie globali, le pandemie, la crescita delle città, l’urbanizzazione e i modelli di migrazione, solo per citare alcuni esempi.

Il sito web del laboratorio, www.socialdynamics.it, offre uno spaccato delle diverse attività sui cui è attivo il gruppo di ricerca. Esempi spaziano dallo studio della dinamica dell’informazione e alla dinamica delle opinioni e delle norme ai processi di diffusione e assimilazione culturali, dalle dinamiche del linguaggio ai processi d’innovazione, dalla consapevolezza individuale ai processi decisionali, fino alle dinamiche dell’apprendimento. Agli strumenti teorici e computazionali il laboratorio affianca oggi la possibilità di realizzare dei veri e propri esperimenti sociali sul web, i quali possono essere presentati al pubblico sotto forma di gioco al fine di stimolare la partecipazione (www.xtribe.eu).

Chi siamo

Immagine caricata

Vittorio Loreto

Sapienza Univ. di Roma
e Fondazione ISI di Torino
Professore ordinario di Fisica dei Sistemi Complessi presso Sapienza Università di Roma e leader di ricerca presso Fondazione ISI. Coordina il laboratorio di dinamiche sociali. La sua attività scientifica è focalizzata sulla fisica statistica dei sistemi complessi e sulle sue applicazioni interdisciplinari. Ha coordinato diversi progetti a livello UE e sta attualmente coordinando il progetto KREYON dedicato alle dinamiche dell’innovazione e della creatività. Ha pubblicato oltre 180 lavori su riviste con referee internazionali e atti di conferenze e presieduto numerosi workshop e conferenze.
Immagine caricata

Indaco Biazzo

Sapienza Univ. di Roma
Con un background in fisica dei sistemi complessi e tecniche d’ottimizzazione, da qualche anno si occupa di studi sociali e di mobilità. Ha sempre ritenuto la comunicazione e l’utilizzo di tecniche nuove di visualizzazione dei risultati scientifici tutt’uno con la sua ricerca scientifica.
Immagine caricata

Pietro Gravino

Sapienza Univ. di Roma
Dopo la laurea magistrale in Fisica, con tesi sui Sistemi Complessi, presso Sapienza – Università di Roma, ha lavorato nell’ambito del progetto europeo EveryAware. Ha ottenuto il Dottorato in Fisica presso Alma Mater Studiorum – Università di Bologna ed è attualmente coinvolto nello sviluppo della piattaforma Experimental Tribe per la computazione sociale. Inoltre è attivamente impegnato nel KREYON Project, sullo studio delle dinamiche dell’innovazione e della creatività, finanziato dalla Fondazione Templeton.
Immagine caricata

Bernardo Monechi

Sapienza Univ. di Roma
e Fondazione ISI di Torino
Dottorato in Fisica nell’ambito dei sistemi complessi, concentrandosi sui sistemi di trasporto e sulla mobilità all’interno di contesti urbani. Particolarmente interessato all’analisi dati ed alla modellizzazione matematica, in tempi recenti ha ampliato l’ambito di ricerca ad altre aree di studi sociali quali le dinamiche di innovazione.
Immagine caricata

Francesca Tria

Sapienza Univ. di Roma
e Fondazione ISI di Torino
Laureate in Fisica e Ricercatrice presso il Dipartimento di Fisica dell’Università La Sapienza di Roma, dottorato in Fisica presso l’Universitò di Napoli Federico II. Ha trascorso due anni come PhD nell’Istituto ICTP di Trieste prima di trasferirsi all’Institute for Scientific Interchange (ISI) a Torino. A partire da un background in fisica statistica e sistemi complesso, ha esplorato differenti ambiti di ricerca. Attualmente sta coordinando il team ISI del progetto KREYON.
Immagine caricata

Vito D.P. Servedio

Complexity Science Hub, Vienna
Si occupa di fisica dei sistemi complessi dal 2004, quando si è trasferito all’Università La Sapienza di Roma. Dopo un breve periodo presso l’Istituto dei sistemi complessi (ISC-CNR), si è trasferito presso il Complexity Science Hub a Vienna nel 2016. La sua ricerca si concentra sulla teoria delle reti complesse, linguistica quantitativa, dinamiche di opinione, dinamiche di innovazione, dinamiche di apprendimento e di computazione umana.
Immagine caricata

Elisabetta Falivene

Sapienza Univ. di Roma
Laureata in Informatica nel 2007 presso l’Università La Sapienza di Roma. Ha lavorato con Poste Italiane e Linkem, nello sviluppo di web application. Dal 2012 lavora per il gruppo di ricerca SLD dell’Università La Sapienza di Roma in qualità di System Manager e sviluppatrice della piattaforma Xtribe per lo scientific gaming e il social computing.
Immagine caricata

Cesare Bianchi

Sapienza Univ. di Roma
PhD in Cognitive and Computer Science e co-fondatore della startup QuandoPassa.it, che si occupa del calcolo ottimizzato degli arrivi degli autobus. Ha più di 15 anni di esperienza nello Sviluppo Software e Gestione di Progetti.

Dicono di noi

Contatti

Contattaci per richiedere informazioni sulle nostre soluzioni, avere dettagli sulle nostre iniziative o ricevere assistenza: siamo a tua disposizione.